“Apprezziamo che finalmente anche Consip abbia preso atto di un problema che denunciamo da mesi, ma adesso è il momento di concordare un piano di azione per evitare che sulle nostre imprese si scarichino gli effetti negativi determinati da questa situazione di grave incertezza.

“Fipe-Confcommercio in merito alla sentenza emessa nei confronti di un proprio associato dal Tribunale di Milano, che ha riconosciuto il diritto dei lavoratori ad astenersi dallo svolgimento dell'attività nelle giornate di festività, ritiene che la stessa non sia condivisibile dal punto di vista giuridico. Inoltre, tale decisione appare del tutto irragionevole e anacronistica data la specificità del Settore Turismo e Pubblici Esercizi, che trova la massima espressione del suo business proprio nelle giornate di festa e in prossimità delle medesime. 

DALLA CASSAZIONE VINCOLI AI CIRCOLI PRIVATI SULLA SOMMINISTRAZIONE. 

"Sono anni che aspettiamo. L’Ordinanza della Cassazione riconosce un principio sacrosanto per il quale ci siamo sempre battuti, quello dello ‘stesso mercato stesse regole’. Una regola semplice, banale nella sua elementare comprensione, che tuttavia nella ristorazione non viene applicata. 

“#UsaLaZuccheriera” è la campagna di Fipe per sensibilizzare i consumatori contro lo spreco di zucchero dovuto all’uso delle bustine.  
Secondo un’analisi della Federazione l’uso delle bustine di zucchero genera lo spreco di 14 milioni di Kg./anno per un valore di 63 milioni di euro. Peraltro un esperimento basato sulla teoria della “spinta gentile” di Richard Thaler, premio Nobel per l’economia 2017, ha dimostrato che se lo zucchero è in bustina il consumo non dipende dalla quantità di prodotto ma dalla bustina stessa. 

A Londra la Federazione Italiana Pubblici Esercizi e TripAdvisor hanno sancito una storica intesa nel primo incontro a livello planetario con un'associazione di categoria delle imprese di ristorazione. Tra i punti della "soluzione Fipe" il potenziamento dei filtri di ricerca sulla piattaforma, che su richiesta italiana verrà applicato su scala mondiale.

Martedì, 03 Luglio 2018 17:47

Fipe: " Sul turismo pronti a fare squadra"

Siamo pronti a raccogliere la sfida per il rilancio del turismo italiano e per la valorizzazione della filiera agroalimentare. Al Ministro Centinaio gli auguri di buon lavoro e l'impegno a mettere a disposizione la competenza e il lavoro di centinaia di migliaia di imprese della ristorazione italiana.

"Il termine “dignità” dovrebbe riguardare non solo i lavoratori dipendenti, ma anche gli imprenditori, che meritano lo stesso rispetto e considerazione, favorendoli nello svolgimento di attività spesso caratterizzate da difficoltà - economiche ed organizzative - che la crisi ha aggravato. Il provvedimento sul lavoro, purtroppo, non va in questa direzione perché introduce elementi di contrasto alle formule contrattuali di flessibilità di cui le imprese hanno bisogno". Questo il commento del Presidente di Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi Lino Enrico Stoppani al via libera al Dl Dignità ricevuto dal Consiglio dei Ministri.

Giovedì, 28 Giugno 2018 18:02

DECRETO DIGNITÀ, FIPE A SOSTEGNO DELLO STOP

“La FIPE-Federazione Italiana Pubblici Esercizi auspica che il ritardo nell’approvazione del decreto dignità possa tradursi in un momento di riflessione e confronto con gli operatori del settore per un ripensamento delle norme sul lavoro” ha detto Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe. 

I prezzi della ristorazione e più in generale dei principali servizi turistici continuano ad avere una dinamica contenuta. A giugno la variazione congiunturale è stata negativa per un decimo di punto percentuale (un anno fa era a +0,4%) mentre l’aumento tendenziale si è fermato all’1,0% contro l’1,5% del mese scorso. La ristorazione, dunque, non contribuisce all’accelerazione dell’inflazione registrata nel mese di giugno nonostante l’avvio della stagione estiva.

L’ipotesi di riduzione del ricorso ai contratti a termine inserita nel cosiddetto "decreto dignità" vede la netta contrarietà delle aziende della ristorazione. I contratti a termine costituiscono uno strumento vitale e necessario per tutto il comparto del fuoricasa, caratterizzato da stagionalità e picchi di lavoro difficili da prevedere. 

Pagina 1 di 55