RISTORAZIONE: CRESCE CLIMA DI FIDUCIA MA IL FUTURO RESTA INCERTO

Si riporta in allegato l'articolo pubblicato su "L'Economia del Corriere della Sera" del 26 febbraio dove viene interistato anche il vicepresidente Fipe Giancarlo Deidda.

I bar italiani servono in un anno 6 miliardi di espressi per un volume d'affari di 6,6 miliardi di euro
Dal 2008 al 2015 moderato aumento del prezzo medio di una tazzina che è cresciuto di soli 12 centesimi e che oggi è inferiore a 1 euro
363mila gli addetti del settore, permangono difficoltà nel reperire personale qualificato

NATI-MORTALITÀ DEI PUBBLICI ESERCIZI NEL 2014

IL BAR DEL FUTURO

GESTIONE, INNOVAZIONE E LOCATION: GUIDA DEDICATA AGLI IMPRENDITORI DEI BAR
Mercoledì 2 marzo 2016 ore 15,00, presso la Sala riunioni Confcommercio Ascom Cervia (Via G. Di Vittorio 26 - Cervia) si svolgerà il convegno dal titolo “Il bar del futuro” - Gestione, innovazione e location: Guida dedicata agli imprenditori dei bar. L’iniziativa è organizzata da Confcommercio provincia di Ravenna.

Presentato il Manuale di Business del Bar, "Il bar del futuro. Nuovi consumi, nuove tecnologie, nuove competenze", quarto volume della collana editoriale "Le Bussole"
GRANDE PARTECIPAZIONE AL CONVEGNO SUI BAR PRESSO CONFCOMMERCIO ASCOM CERVIA
Il bar non è più solo un luogo di consumo, ma è scelto del cliente per trascorrere un tempo di qualità. Non a caso, il consumatore a differenza di ciò che avviene nel resto dei Paesi europei, considera la qualità (e non il prezzo) l'elemento trainante nelle scelte di consumo. 

Nei bar di Bergamo arrivano le tovagliette in simboli che permettono ai piccoli clienti e alle persone con difficoltà cognitive di fare il proprio ordine in autonomia.
L’iniziativa si chiama “Al bar scelgo io!” ed è promossa dal Gruppo Bar e Caffetterie Ascom Confcommercio Bergamo, con la collaborazione di Associazione Angelman Onlus e il patrocinio di ARMR, Fondazione Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare onlus.

A maggio 2015 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) hanno subito una variazione dello 0,2% rispetto al mese precedente e di un punto percentuale rispetto allo stesso mese di un anno fa. L’inflazione acquisita per l’anno in corso è pari allo 0,9%. A livello generale i prezzi al consumo crescono dello 0,1% sia rispetto al mese precedente sia rispetto a maggio 2014.

A maggio 2017 i prezzi dei servizi di ristorazione commerciale (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.) fanno registrare una variazione dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,1% rispetto allo stesso mese di un anno fa. L’inflazione acquisita per l’anno 2017 si attesta sullo 0,4%. A livello generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,4%. Si amplia la forbice tra la dinamica dei prezzi dei pubblici esercizi e quella tasso di inflazione generale per effetto dell’incremento di quest’ultima.