Focus internazionale e comparato
Le imprese turistiche si trovano oggi ad operare in un contesto in cui la forte pressione competitiva internazionale ridisegna i flussi turistici e le condizioni economiche dei paesi di destinazione. In un periodo in cui si assiste alle difficoltà di mantenere costanti tali flussi, diventa fondamentale per le imprese del turismo essere in possesso degli strumenti necessari per guadagnare e mantenere costante il proprio posizionamento nel mercato globale.

L’ESTATE NON SCALDA I PREZZI DELLA RISTORAZIONE
I prezzi dei pubblici esercizi ad agosto restano fermi. Rispetto ad un anno fa sono cresciuti del 2,2% in lieve decelerazione sul tendenziale del mese precedente. L’inflazione acquisita  è del 2,3%, tre decimi di punto al di sotto

ESTATE 2012: SERRANDE ALZATE PER BAR E RISTORANTI
Ad agosto due esercizi su tre resteranno aperti.
La garanzia di buoni standard di servizio è confermata sia per i residenti che restano in città nel cuore dell'estate, sia per i turisti che visiteranno città d’arte, località balneari, montane e lacuali. I piani di aperture minime garantite predisposti dalle amministrazioni locali sono uno sbiadito ricordo del passato: oggi solo  nel 14% dei comuni capoluogo è previsto un provvedimento che va in questa direzione.

INDAGINE PASQUA E PASQUETTA 2015

INDAGINE PASQUA E PASQUETTA 2015
Flessione in vista per la clientela che nei giorni di Pasqua si accinge a frequentare i ristoranti del Belpaese. È quanto emerge dall’indagine condotta dal Centro Studi della Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi analizzando i risultati dell’indagine promossa sui locali italiani. 

5,6 milioni di italiani pari all’11% degli italiani consumerà al di fuori di casa il tradizionale pranzo di Natale secondo la consueta indagine realizzata dall’Ufficio Studi della Federazione Italiana Pubblici Esercizi, Il prezzo medio del pranzo in un ristorante sarà di 51 euro a persona, in leggero aumento rispetto al Natale 2015.
A Capodanno invece circa 7,5 milioni di italiani attenderanno lo scoccare della mezzanotte in un locale pubblico.

• L'88% dei locali prevede il pienone il 14 febbraio
• Prevale la formula del tutto compreso con prezzi tra i 40 e i 45 euro a persona
• La metà dei ristoranti proporrà menù ad hoc dove non mancheranno piatti e pietanze a forma di cuore
Il modo migliore di festeggiare San Valentino? Al ristorante e all'ultimo minuto. Ecco quanto emerge dai dati della Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi per il 14 febbraio.

• Secondo l'Ufficio Studi della Fipe la maggioranza degli italiani passerà le vacanze estive a casa; il 28,9% è invece già partito o ha in programma di partire, percentuale in leggera crescita rispetto al 2015. Dal 2008 i vacanzieri estivi sono diminuiti di 11 milioni
• 8,6 giorni la durata media delle vacanze, in crescita rispetto allo scorso anno
• Circa il 70% dei pubblici esercizi italiani non chiuderà nel mese di agosto, con una crescita sensibile rispetto al passato e oltre un milione di addetti complessivamente impiegati durante la stagione estiva
• Listini dei servizi turistici in calo dell’1,6% sul 2015

• La consueta indagine realizzata dall’Ufficio Studi della Federazione Italiana Pubblici Esercizi stima che l’11% degli italiani consumerà al di fuori di casa il tradizionale pranzo di Natale
• Il prezzo medio del pranzo in un ristorante sarà di 51 euro a persona, in leggero aumento rispetto al Natale 2015
• A Capodanno invece circa 7,5 milioni di italiani attenderanno lo scoccare della mezzanotte in un locale pubblico

Non solo tempo di vacanze ma anche occasione di lavoro.
La ristorazione è tra i settori con maggiori opportunità occupazionali nel periodo estivo, soprattutto per i giovani, pur non avendo tra le sue caratteristiche una spiccata vocazione stagionale.
Tuttavia, nei tre mesi estivi (da luglio a settembre) si registra un incremento del numero di lavoratori dipendenti che oscilla, in funzione dell’andamento della stagione, tra il 10% ed il 15% della forza lavoro

I DATI FIPE: CENONE FUORI CASA PER 9 MILIONI DI ITALIANI